Il prezzo del silenzio si chiama eutanasia clandestina.

  È quella che tanti medici di area critica praticano su pazienti terminali, tracheostomizzati tenuti in vita dalle macchine, corpi ridotti a uno straccio. L’eutanasia però, in Italia è un rea…

Source: thedailynurse.eu

I cani non hanno molti vantaggi rispetto le persone ma uno di loro è estremamente importante: l’eutanasia non è vietata dalla legge nel loro caso; gli animali hanno diritto ad una morte misericordiosa… Milan Kundera

 

Materia quanto mai complessa e, per certi aspetti, da addetti ai lavori in cui la discussione resta sempre un po troppo superficiale o strettamente legata a principi dogmatici e religiosi…

Certamente in una visione laica della morte (ma non solo), l’accompagnamento alla morte nei casi terminali e certi,  è una “qualità” da concedere ai propri simili senza inquietudine, cercando in questo modo la riconciliazione e un buon ricordo per le persone coinvolte. Pazienti, Parenti e Sanitari.

See on Scoop.itSocial Media, Medici, Medicina e Stampa 3D

Annunci

Informazioni su Tiziano Galli

Dal 2002 mi occupo di formazione residenziale ed eLearning e ho conseguito un Master in Scienze dell'Educazione a Lugano e precedentemente una Laurea in Medicina e Chirurgia. Ho scritto il libro " Medici, Pazienti e Social Media". Sposato e Penta-Papà sono dirigente sportivo in LNA Svizzera per Rugby Lugano e ARSI (Associazione Rugby Svizzera Italiana)
Questa voce è stata pubblicata in Medicina e Social Network, Social Network e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il prezzo del silenzio si chiama eutanasia clandestina.

  1. Pratesi ha detto:

    La fonte dell’articolo (thedailynurse.eu) da cui hai tratto questo post ha come al solito confuso eutanasia e accanimento terapeutico. Il video che l’autore del post (thedailynurse.eu) non ha ben compreso è questo: http://bit.ly/1qZSm2G.

    Se si guarda il video con attenzione si capisce subito che non si parla di eutanasia. Il medico che parla lavora in un ospedale cattolico – se fosse eutanasia l’avrebbero già licenziato!

    Mi piace

  2. Tiziano Galli ha detto:

    Grazie Antonio del commento e mi rammarico di non aver fatto io per primo chiarezza su questo punto. Valeva forse la pena pubblicare autonomamente sulle tematiche che abbiamo discusso varie volte.

    Forse è proprio la prova che nella discussione entrano molte istanze, definizioni e fattispecie.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...