Google Glass in Medicina, rivoluzione in provetta…

Articolo Originale di Tiziano Galli

Chiudiamo prima della pausa estiva, parlando ancora dei Google Glass (GooGlass)… una tecnologia promettente in campo medico, specialmente chirurgico, ma che ancora deve trovare una propria consacrazione e validazione, protocolli d’uso consolidati che ne mostrino gli effettivi vantaggi nella routine di lavoro.

Sono molti ormai i pionieri … dell’uso dei GooGlass in chirurgia e si moltiplicano giornalmente le testimonianze e le esperienze. Non tutti gli utilizzatori ne sono entusiasti ma certamente c’è molto interesse sulle prospettive di questo strumento  in campo medico-sanitario.

La realtà aumentata è una delle caratteristiche piu’ intriganti dei GooGlass. Avere “uno schermo davanti agli occhi e poter accedere velocemente alle informazioni del paziente o agli esami diagnostici direttamente al tavolo chirurgico senza doversi spostare (con risparmio di tempo e riduzione di rischio di inquinamento del campo sterile) e/o coinvolgere personale aggiuntivo è un grande vantaggio operativo, di grande interesse per il chirurgo o per i suoi assistenti.

Forse un giorno i GooGlass saranno sul naso di tutta l’equipe e potranno essere usati per interagire e scambiare informazioni. L’assistente potrebbe richiamare dati utili per conto del chirurgo, oppure il capo equipe condividere dati e immagini con gli assitenti.

Accanto alla realtà aumentata, la funzione WiFi e l’attività conseguente di Coaching con la messa in rete del video in real time, è un altro utilizzo che ha positivamente attratto i professionisti a sperimentarne gli usi. E’ possibile così assistere a distanza, per esempio su un monitor, un chirurgo in formazione. Farsi assistere da un chirurgo piu’ esperto o, infine, operare in prima persona ad uso di studenti o colleghi che assistono all’intervento.

La possibilità di assistere in soggettiva all’intervento e di ascoltare il commento in diretta è uno degli appeal maggiori in caso di congressi medici in cui lo Streaming LIVE* viene sfruttato per la dimostrazione di tecniche ed expertise.

Esistono, per i GooGlass alcune controindicazioni specifiche (interessante questo articolo sullo straming LIVE e utilizzo dei GooGlass) di cui tener conto rispetto all’uso di una telecamera con operatore. Per esempio la visione in soggettiva potrebbe risultare troppo ristretta e un commento del chirurgo riguardare parti del campo operatorio non inquadrate, abbassando di fatto la validità di alcuni passaggi o spiegazioni in diretta.

Infine, merita di essere sottolineato l’uso di una funzione recording dei GooGlass per la realizzazione di Video o AudioVideo con Analisi POST-intervento. Per la revisione dell’intervento e delle tecniche operatorie effettuate, di passaggi difficoltosi, oppure per l’analisi e il miglioramento del lavoro di tutta l’equipe.

La produzione routinaria di video commentati serve come archivio del proprio lavoro e la revisione dei video realizzati come processo di miglioramento della qualità delle prestazioni del chirurgo e della equipe.

La conclusione, a mio modesto parere, è che con modalità ancora tutte da valutare e ottimizzare, i GoogleGlass (o simili device) entreranno nella routine del chirurgo fra gli strumenti del futuro. In questo senso la considero ancora una rivoluzione in provetta…

Non so, peraltro, se sia auspicabile o meno una loro adozione sistematica. Ai molti vantaggi si aggiungono aspetti di ordine legale amministrativo e di gestione IT, non di poco conto. La loro introduzione dovrà probabilmente superare molti ostacoli e reticenze…

Voi come la vedete?

*A onor del vero, GooGlass o meno, non sono pochi i critici delle dimostrazioni o degli interventi chirurgici LIVE. Spesso la loro realizzazione è una concessione allo spettacolo e alla distrazione con chiacchiere inutili indirizzate al pubblico. Questo, anche dal punto di vista etico è criticabile di per sé; le sessioni LIVE sono spesso realizzate per aumentare l’interesse per una sessione congressuale ma senza un reale vantaggio, soprattutto per il paziente, rispetto alla visione di una registrazione dell’intervento con una sessione di Q&A abbinata.
Tiziano Galli
Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

Annunci

Informazioni su Tiziano Galli

Dal 2002 mi occupo di formazione residenziale ed eLearning e ho conseguito un Master in Scienze dell'Educazione a Lugano e precedentemente una Laurea in Medicina e Chirurgia. Ho scritto il libro " Medici, Pazienti e Social Media". Sposato e Penta-Papà sono dirigente sportivo in LNA Svizzera per Rugby Lugano e ARSI (Associazione Rugby Svizzera Italiana)
Questa voce è stata pubblicata in App e Tablet, google e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...