App Store 5 anni – le App della salute – la coda lunga e Amazon

Articolo originale di Tiziano Galli

Pubblichiamo questo video di Blogo, interessante per comprendere alcuni aspetti degli App Store in generale (anche se dedicato all’AppStore di Apple, tutti alla fine soggiaciono alle stesse dinamiche) e perchè ci da la possibilità di considerare il fenomeno della coda lunga

Una ricerca di Adeven Pubblicata da Geek.com riporta che su 900.000 App presenti sull’App store, 579.000 sarebbero “Zombie” scaricate poco o nulla (Leggi anche articolo ripreso da Melablog in Italiano).

In parte, queste applicazioni fantasma, sono prove di sviluppatori alle prime armi e magari mai pubblicate mentre una parte sono App di nicchia. Magari riferendoci al nostro settore di interesse alcune di esse potrebbero anche appartenere alla categoria salute.

Il Fenomeno della coda lunga (C. Anderson 2006-The Long Tail) entra in tutti quei casi dove popolazioni ad alta frequenza si associano a popolazioni simili a frequenza piu’ bassa. I casi possibili sono tantissimi nella vita reale, per esempio gli abitanti delle città associati a quelli delle campagne. Le vendite di “Hit” e “Best Seller” nei negozi di dischi e libri, associati ai titoli di vendita normale.

Il significato della coda lunga, descritto da Anderson, emerge in maniera netta con la nascita degli store online come Amazon.it e iTunes. L’autore descrive molto chiaramente come, nella vendita via internet di libri e dischi, la mancanza di uno scaffale – che costringe di fatto il gestore di un negozio a puntare ed esporre soprattutto gli “Hits” per la vendita – sia in realtà un’opportunità poichè favorisce la proposizione di ampi cataloghi e quindi anche di titoli a minor frequenza di vendita (tanto non costa nulla esporli online!).

Sulla base di questa considerazione si è visto che in un certo arco di tempo, tutti gli articoli del listino (qualunque sia la sua estensione) trovano compratori e che la somma delle vendite della coda lunga, prodotti a bassa frequenza, supera facilmente quella degli Hit, ad alta frequenza. In fondo all’articolo trovate una rappresentazione grafica della coda lunga per una migliore comprensione del fenomeno.

Gli App Store funzionano anch’essi in questo modo, dove la categoria dei piu’ popolari rappresenta le App “Best Seller” e dove, accanto a queste, troviamo una miriade di altre proposte che la ricerca per parole chiave o per categoria ci propone per il download o per l’acquisto.

Quello degli App Store è un luogo a grande dispersione dove le recensioni indipendenti sono quasi inesistenti (e spesso le troviamo incidentalmente su siti, riviste o altri luoghi esterni agli Store) e la vita media delle App fra le novità è molto variabile e spesso corta vista la concorrenza.

Amazon ha dichiarato di voler creare un meccanismo di recensione indipendente per favorire l’acquirente. D’altra parte la bassa popolarità di una App, proprio per le ragioni sopraddette, essere di nicchia e non avere forza “promozionale” sufficiente, non è un motivo valido per essere scartata a priori. Al di la’ della manutenzione che va assicurata, esistono App di “servizio” con committenti che non hanno la vendita come obiettivo finale e che possono essere soddisfatti della bassa distribuzione raggiunta.

Nel caso della categoria salute questo potrebbe essere il caso di una applicazione gratuita per medici e pazienti, creata per soddisfare un bisogno e raggiungere i portatori di una patologia. Non è detto che i numeri sottostanti ne facciano un Hit ma la collocazione sui principali App Store, Apple e Android in primis, ne giustificano l’esistenza in relazione agli obiettivi e al servizio offerto.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

Annunci

Informazioni su Tiziano Galli

Dal 2002 mi occupo di formazione residenziale ed eLearning e ho conseguito un Master in Scienze dell'Educazione a Lugano e precedentemente una Laurea in Medicina e Chirurgia. Ho scritto il libro " Medici, Pazienti e Social Media". Sposato e Penta-Papà sono dirigente sportivo in LNA Svizzera per Rugby Lugano e ARSI (Associazione Rugby Svizzera Italiana)
Questa voce è stata pubblicata in App e Tablet e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...