Social e webround, “La Pupa e il Secchione”

shutterstock_117651661

Articolo originale di Tiziano Galli

La frequentazione in rete fra il WebRound e    la dimensione Social non è stato un colpo di fulmine… si è trattato di un lungo corteggiamento e come tutte le unioni del tipo “la Pupa e il Secchione” guardata con sospetto da molti e a tratti osteggiata.

Come spiegato nelle scorse puntate (potete leggere qui i precedenti articoli 123) il modello Webround ha avuto diverse fasi di crescita che lo hanno spinto ad articolarsi e ad assumere caratteristiche spiccatamente Social.

Incontrati quasi per caso. Lui il Webinar Secchione e impegnato, e lei la “Pupa” del Social solare e spigliata, si sono attratti reciprocamente e fortissimamente da subito.

Galeotto fu, alla fine del 2009, l’interruzione improvvisa del programma dei webround (sospensione del finanziamento e del sostegno da parte della società scientifica di riferimento) che procedeva tranquillo inanellando incontri di formazione fra medici.

Ai tempi i webround venivano promossi unicamente attraverso una mailing list della società. La loro interruzione genero’ la dispersione del gruppo di discenti.

Con mia sorpresa, tuttavia, i webround avevano lasciato il segno e dietro pressione del coordinatore e della richiesta nostalgica di alcuni discenti, dopo circa 4-5 mesi si penso’ di riprendere il programma.

Tuttavia a questo punto si pose il problema, da un lato, di recuperare tutte le persone che avevano apprezzato la proposta formativa e dall’altro di sostenere finanziariamente un progetto che non aveva piu’ “sponsor”.

Si decise cosi’ di rischiare finanziariamente creando un programma a pagamento per coprire i costi (inusuale per i medici che trovano tanta offerta sponsorizzata e gratuita), ma soprattutto di introdurre una variante “social”, appunto, per ricreare e ricompattare il gruppo di discenti dispersi.

L’intuizione giusta per far tornare le persone a frequentare il programma fu quella di proporre al coordinatore di tenere un “Blog tematico”. Proposta accolta con favore (ma qui gioco’ molto l’indole del mio interlocutore esperto della materia).

Si capi’ da subito che sarebbe stata una unione perfetta e le potenzialità poi rivelatesi molteplici si rivelarono ancora maggiori con l’andare del tempo…

Ma di questo parleremo nella prossima puntata … e a voi cosa suggerisce questa accoppiata? quale la chiave di svolta introdotta dal Blog? e come vi aspettereste l’interazione fra coordinatore e discenti?

Attendo commenti…

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

Annunci

Informazioni su Tiziano Galli

Dal 2002 mi occupo di formazione residenziale ed eLearning e ho conseguito un Master in Scienze dell'Educazione a Lugano e precedentemente una Laurea in Medicina e Chirurgia. Ho scritto il libro " Medici, Pazienti e Social Media". Sposato e Penta-Papà sono dirigente sportivo in LNA Svizzera per Rugby Lugano e ARSI (Associazione Rugby Svizzera Italiana)
Questa voce è stata pubblicata in eLearning ECM, Webinar e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Social e webround, “La Pupa e il Secchione”

  1. Pingback: L’effetto distorsivo dei Blog nel modello Webround | Pharma and Physicians Go Social

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...